I NUOVI TERMINI PER LA DETRAZIONE DELL’IVA

Con l’art 2, DL. 50/2017, cd. “Manovra correttiva” il Legislatore ha apportato rilevanti modifiche:
1) ai termini entro i quali è possibile esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA di cui all’art. 19, comma 1, DPR 633/72
2) ai termini di annotazione nel registro IVA acquisti di cui all’art. 25, DPR 633/72 per poter esercitare il diritto alla detrazione

Con il D.L. 50/2017, in particolare con riferimento alle fatture emesse dall’1/1/2017, la detrazione è esercitabile, al più tardi, nella dichiarazione annuale IVA relativa all’anno successivo a quello in cui il diritto alla detrazione è sorto e le fatture di acquisto devono essere registrate entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa all’anno di ricezione e con riferimento al medesimo anno.

In sostanza:

ANTE RIFORMA D.L. 50/2017
…il diritto alla detrazione dell’imposta relativa ai beni e servizi acquistati o importati sorge nel momento in cui l’imposta diviene esigibile e può essere esercitato al più tardi con la dichiarazione relativa al secondo anno successivo a quello in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo.

POST RIFORMA D.L. 50/2017
…il diritto alla detrazione dell’imposta relativa ai beni e servizi acquistati o importati sorge nel momento in cui l’imposta diviene esigibile e può essere esercitato al più tardi con la dichiarazione relativa all’anno in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo.

Scritto da
Ombretta Magaraci

Dottore Commercialista, Iscritta all’Albo dei Dottori Commercialisti di Milano dal 1995.
Ama ogni aspetto del suo lavoro, predilige il contenzioso, lo sgravio di cartelle, le istanze.